Claudia Casciaro, una "Alice nel paese delle meraviglie" in musica.

Claudia Casciaro, una “Alice nel paese delle meraviglie” in musica.

Una “Alice nel paese delle meraviglie” in musica. Così possiamo definire Claudia Casciaro, giovane cantante salentina che con la sua voce dai toni retrò e un look coloratissimo e stravagante ha prima stregato il pubblico di “Amici 11″ e ora tenta di imporsi nel mondo della musica con il singolo “Canta!”.

Impressionarte ha invitato nel suo “salotto virtuale” Claudia per scambiare quattro chiacchiere sulla sua esperienza nel talent show di Maria De Filippi, sul significato del nuovo brano e su i suoi progetti futuri. 

Claudia, cosa ti ha lasciato l’esperienza ad “Amici 11″?
Amici 11 è stata un’esperienza unica. Ho avuto una fortuna pazzesca nel poter entrare a far parte di quel reality. Un treno, che passando solo una volta nella vita, mi ha portato ad una meta sicuramente importante.

Hai mai temuto che l’etichetta di concorrenti di un talent show possa influire negativamente sulla tua carriera?
Diciamo che nel mondo della musica,i reality non sono molto stimati,anche perchè prima gli artisti hanno avuto la fortuna di farsi da soli ed intraprendere una carriera senza nessun tipo di trampolino di lancio,cosa che oggi purtroppo non è possibile.
I reality aiutano tanti ragzzi che sono determinati ad intraprendere questa carriera a farsi vedere e conoscere per quelli che sono, ma ahimè,una volta fuori, a volte quest’eticìhetta non ti aiuta affatto,anzi le porte in faccia dalle etichette discografiche aumentano ancora di più. Io ne sono un esempio concreto.
Durante la trasmissione è emerso molte volte il paragone con Amy Winehouse. A chi ti ispiri, realmente, per interpretare i tuoi brani?
Il paragone con amy winehouse? A questa affermazione io rispondo..”molto lusingata, e se il paragone c’è, allora vuol dire che qualcosa di buono ce l’ho”.
A parte tutto,forse il mio background musicale ha fatto sì che io carpissi dalle grandi cantanti di una volta,l’essenziale per fare di me una cantante dai toni soul’n'blues di una volta..vuol dire che ho ascoltato sempre delle buona musica!

Oltre che con la tua voce particolare hai sempre catturato il pubblico con look stravaganti e colorati. Cosa vuoi esprimere con questo tipo di stile? Pensi che il pubblico abbia compreso il tuo messaggio?
Oggi la musica va di pari passo con la moda, ed io non sono una che segue i canoni della moda del momento,ma mi piace esagerare sempre nel limite del possibile sfoggiando un look fresco e giovanile che mi identifica a pieno.

Sin da piccola davo sfogo alla mia creatività,e ho sempre utilizzando accessori stravaganti e occhiali all’ultimo grido, per non parlare dell’abbigliamento. Ad Amici però i telespettatori hanno dato retta troppo al mio look senza andare oltre,e magari non essendo la cantante dalle ballate romantiche non ho colpito così in fondo, ma io sono così..prendere o lasciare!

Sei tornata sulle scene con il brano”Canta”. Un vero e proprio inno a non curarsi di giustizi e critiche, prendendo coraggio ed inseguendo i propri sogni. Quali sono state le difficoltà che  hai incontrato nel corso della tua vita?
E’ vero! “Canta!” è proprio un inno alle passione e soprattutto al non prendere sul serio i giudizi negativi che possono venire dall’esterno e influire nel peggiore dei modi sulla propria vita.

Da sempre ho fatto i conti con questo, sin da bambina sono stata discriminata per il mio aspetto fisico e alle volte anche per la mia vocalità, e non è bello crescere con queste pregiudizi. Ma il tempo mi ha insegnato a non curarmi troppo degli altri ed inseguire i miei sogni, e ancora sto imparando, “Canta!” è un buon traguardo. 

Dopo questo singolo arriverà presto l’album?
Spero che questo mio singolo sia uno dei tanti e che arrivarà presto un album.

E non ti nego che mi piacerebbe collaborare con una casa discografica che mi dia una mano al realizzare questo mio grande sogno. È difficile in questo mondo, in cui lo spazio te lo devi creare da solo, ma non mollo perchè credo nelle mie capacità e spero che un giorno possano accorgersene anche tanti altri.

Un’ultima domanda Impressionarte vuole promuove le forme di arte non convenzionali. Cosa c’è di non convenzionale nella musica di Claudia Casciaro?
Nella mia musica e nella mia persona non c’è tanto di non convenzionale.

L’unica cosa che mi verrebbe da dirti è che magari non sono la tipica cantante dalla vena romantica e strappalacrime, ma la mia muscia è diversa, è fatta di sonorità che richiamano gli stili retrò e sicuramente un genere che ha fatto storia. Amo ricercarmi e ricercare minuziosamente stili che non appartengano alla solita routine,un mix tra un look eccentrico e un sound fresco e coinvolgente.